Assistenza nell’ organizzare la propria vacanza:

Un’isola nell’isola: benvenuti nell’Arcipelago di La Maddalena piccola per le dimensioni e grande per le Sue bellezze. Abbiamo scelto di vivere in questo paradiso e vogliamo condividerlo con voi.

L’Arcipelago di La Maddalena è composto da 8 isole principali: La Maddalena, Caprera, Santo Stefano, Spargi, Spargiotto, Budelli, Razzoli e Santa Maria e una sessantina tra isole e isolotti che caratterizzano l’unicità e la bellezza di questo territorio.

Come si arriva: situata a Nord est dell’isola madre della Sardegna, ai confini con la Corsica. La Maddalena è facilmente raggiungibile dal porto turistico di Palau. La traversata con il traghetto che trasporta anche le macchine dura venti minuti. La frequenza delle corse è ogni quarto d’ora durante il giorno e ogni ora durante la notte.

Il territorio: l’Arcipelago di La Maddalena è sede del primo Parco Nazionale della Sardegna dal 1994, l’unico in Italia costituito da tutto il territorio di un solo comune. La cittadina di La Maddalena, situata nel versante Sud dell’omonima isola è il solo “angolo abitato” dell’Arcipelago. Fatta eccezione per il Borgo di Stagnali a Caprera (20 case in tutto) e qualche villa nell’isola di Santa Maria.
L’isola di Caprera è collegata a La Maddalena da un ponte, tutte le altre isole sono raggiungibili soltanto via mare. Per gli amanti del trekking, a Caprera, durante tutto l’anno è possibile usufruire della rete sentieristica ripristinata dall’Ente Parco, la cartellonistica è riconoscibile perché uniformata a quella proposta dal C.A.I., presente in tutto il territorio nazionale.

La Maddalena è un vivace centro turistico circondato da un cristallino mare con una miriade di spiagge e insenature dai meravigliosi fondali e limpide acque.

Le Attività: l’Arcipelago si presta a molteplici attività da svolgere, di certo non annoia. Dal turismo storico culturale con la presenza a Caprera di due importanti Musei: Il Compendio Garibaldino, la casa museo di Giuseppe Garibaldi ed il Memoriale, museo multimediale a lui dedicato. I musei del CEA (Centro di Educazione Ambientale del Parco), il museo geomineralogico ed il museo del mare e delle tradizioni marinaresche.
I più giovani troveranno infiniti momenti di svago e divertimento grazie alla presenza di locali notturni, campi da tennis, scuola di sci nautico, centro velico, centro di equitazione, diving, campo da calcetto, noleggi di moto, quod, auto e bici.
Grazie alla presenza del vento i mari dell’Arcipelago sono il regno della vela e del Windsurf. Ampi tratti di mare costituiscono vere e proprie “palestre” per velisti esperti e principianti mentre altri lidi al riparo al vento rappresentano specchi d’acqua balneari per rilassanti docce di sole.

Per i subacquei che desiderano esplorare i fondali del Parco la possibilità di organizzare immersioni guidate, anche notturne, con attrezzatura fornita dai vari Diving Center siti sull’isola di La Maddalena ed autorizzati dall’Ente Parco.